Print Friendly, PDF & Email

Fuochi d’artificio, t-shirt bianche/rosse/blu e tanto spirito a stelle e strisce: arriva la Festa dell’Indipendenza!

Lo ammetto, e mi beccherò pure del somaro per questo, ma da piccolo odiavo la storia. Da artista sognatore quale ero (e sono ancora, che diamine!) guardavo avanti, facevo progetti, e non capivo perché a scuola si ostinassero a farci imparare tutto sulle guerre, le rivoluzioni e le lotte di potere. Fatta eccezione forse per la Rivoluzione Francese e per il periodo dei Faraoni dell’antico Egitto, farmi studiare la storia era un supplizio.

Poi però ho capito che solo imparando da quanto è stato fatto (e magari, perché no, provare a non fare gli stessi errori) si può guardare avanti. Quindi mi sono messo a ripassare la Festa dell’Indipendenza Americana, celebrata a partire dal 4 luglio 1776, quando gli Americani hanno conquistato l’autonomia dalla Gran Bretagna.

Finito di studiare? Si può andare a cucinare?! ^__^

Questo post è dedicato a una tecnica di decorazione con la sacca a poche che ho voluto prima sperimentare e poi condividere. Sono partito da una classica base alla vaniglia (ricetta che vince, come la migliore squadra, non si cambia!), utilizzando alcuni pirottini patriottici della Wilton comperati durante un recente viaggio a New York:

Una volta raffreddati i tortini, ho preparato una classica ricetta di Frosting al Philadelphia e ho chiamato a rapporto due nuovi amici:

Come per qualsiasi altro frosting, per colorare quello al Philadelphia uso coloranti rigorosamente in gel (quelli in polvere sono difficili da dosare e quelli liquidi diluiscono troppo il frosting). Divido il frosting ottenuto in tre parti e ne coloro due:

Ed ecco comparire una prima bandiera americana, piuttosto astratta ma comunque consistente. Data la calura di questi giorni, trasferisco i tre colori in altrettante ciotole e faccio fare loro un meritato passaggio in frigorifero per rapprendersi leggermente:

A questo punto comincia il lavoro da certosini. Prendo una sacca a poche usa e getta e ne taglio la parte inferiore, inserendo una punta a stella aperta grande. Prendo altre 3 sacche a poche e le rimpicciolisco, ossia taglio circa 1/4 della parte alta (l’imboccatura, per intenderci):

Successivamente taglio circa 1 cm dalla punta di queste 3 mini-sacche a poche e le riempio con i tre frosting colorati:

Con mooooolta cautela inserisco le 3 mini sacche a poche all’interno di quella più grande e, con altrettanta cautela, premo nella parte superiore per far uscire il frosting in maniera uguale. Il risultato ricorda molto il dentifricio Aquafresh! (cit.):

Procedo quindi decorando i cupcake con movimenti concentrici dall’esterno verso l’interno e terminando con qualche stellina colorata di zucchero:

Buona Festa dell’Indipendenza a tutti! ^__^