Cotton Cheesecake Giapponese

Cotton Cheesecake Giapponese

Una ricetta che sicuramente rifarete moltissime volte, è diventata la mia nuova preferita!

Rimarrete piacevolmente stupiti dalla facilità della preparazione, dalla bontà e dalla leggerezza di questa cheesecake. Basta seguire qualche piccolo accorgimento per un risultato garantito. E se vi dicessi pure che è senza glutine?^ ^__^

Ingredienti per una cheesecake di 18 cm di diametro:

  • 125 gr di formaggio Philadelphia in panetti
  • 40 ml di olio di semi di girasole
  • 60 ml di latte intero
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 30 gr di maizena, setacciata
  • 75 gr di zucchero superfino (tipo Zefiro), separato in due parti: 25 gr e 50 gr
  • 3 uova grandi, tuorli e albumi separati
  • 20 ml di succo di limone
  • zucchero a velo per la decorazione

Preriscaldiamo il forno statico a 150 gradi. Foderiamo il fondo e i lati interni di una teglia a cerniera da 18 cm di diametro con la carta forno, poi ricopriamo il fondo esterno con la pellicola di plastica e poi con la carta stagnola per isolarlo bene. Mettiamo sul fuoco un bollitore con circa 1 litro di acqua che portiamo lentamente a ebollizione. Trasferiamo gli albumi delle uova in frigorifero.

Prepariamo un doppio bollitore (o bagnomaria) e versiamo nella ciotola il Philadelphia, l’olio e 25 gr di zucchero. Aiutandoci con una frusta metallica a mano, amalgamiamo bene gli ingredienti fino a quando siano sciolti:

Cotton Cheesecake Giapponese

Successivamente aggiungiamo il latte e la vaniglia, sempre mescolando bene, poi rimuoviamo la ciotola dal doppio bollitore e la posizioniamo su di un canovaccio sul nostro piano di lavoro. Aggiungiamo i tuorli d’uovo, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta:

Cotton Cheesecake Giapponese

Incorporiamo la maizena setacciata e mescoliamo, poi terminiamo con il succo di limone:

Cotton Cheesecake Giapponese

In una ciotola montiamo gli albumi a neve ferma, aggiungendo gradualmente i rimanenti 50 gr di zucchero quando comincia a formarsi la prima schiuma:

Cotton Cheesecake Giapponese

Versiamo un terzo del composto di albumi nel composto di tuorli e mescoliamo bene con una spatola in silicone:

Cotton Cheesecake Giapponese

Aggiungiamo il resto degli albumi, 1/3 alla volta, mescolando dall’alto verso il basso con la frusta metallica a mano, fino ad ottenere un composto omogeneo. Tenendo la ciotola proprio sopra alla teglia a cerniera, versiamo il composto lentamente ma facendolo cadere da una distanza di 15-20 cm dalla teglia, in modo che le bolle d’aria più grosse si dissolvano.  Solleviamo e facciamo ricadere la teglia 4-5 volte sul piano di cottura per far emergere le bolle d’aria, poi la trasferiamo all’interno di una pirofila più grande. Inforniamo teglia e pirofila e versiamo intorno alla teglia l’acqua precedentemente portata ad ebollizione.

Cuociamo per circa 70 minuti, fino a quando la superficie della torta sia dorata. A cottura ultimata, estraiamo teglia e pirofila dal forno, facendo molta attenzione, quindi rimuoviamo la teglia e la posiamo su di una gratella:

Cotton Cheesecake Giapponese

Se la torta presenta qualche crepa sulla superficie non preoccupatevi, raffreddandosi si richiudono alla perfezione:

Cotton Cheesecake Giapponese

Dopo pochi minuti rimuoviamo l’anello esterno della teglia a cerniera:

Cotton Cheesecake Giapponese

Poi rimuoviamo la carta forno attorno alla torta:

Cotton Cheesecake Giapponese

Cospargiamo la superficie della cheesecake con lo zucchero a velo:

Cotton Cheesecake Giapponese

La vera sfida sarà resistere a mangiarne una sola fetta! ^__^

Buon appetito!

 

28 Comments

  1. Elisa · 02/03/2017 Reply

    Ciao Francesco! Quando bisogna aggiungere il limone?

  2. Stef · 02/03/2017 Reply

    Che spettacolo Francesco!!!
    Me ne ero già innamorata dalla foto su instagram…ovviamente ricetta rubata subito!!!
    Solo un consiglio: se sostituisco la maizena con la fecola di patate? Faccio danno?
    Grazie mille ^_^

  3. Luisa · 02/03/2017 Reply

    Ciao Francesco!
    Si può sostituire il succo di limone?…

  4. Alessandra · 03/03/2017 Reply

    Ciao Francesco,
    Io che non amo il gusto del philadelphia nei dolci, secondo te lo posso sostituire con la stessa quantità di ricotta ben scolata?

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      ciao Ale, non saprei proprio mi dispiace… a sensazione mi verrebbe di dire di no…

  5. Alesssandra · 03/03/2017 Reply

    Ciao,ma può essere farcita come una torta?

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      ciao Ale, rimane pur sempre una cheesecake, quindi non proprio subito farcibile… :)

  6. larissa · 04/03/2017 Reply

    Non ho ben capito il passaggio della pellicola. Ma non si fonde in forno?

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      ciao Larissa, strano ma vero la pellicola non si fonde. bisogna isolare bene la teglia per avere un risultato eccezionale!

  7. Annaliss · 05/03/2017 Reply

    Ciao Francesco, ho provato a farla ma mi è venuta alta 2 cm. Quale sarà stato secondo te l’errore?non si mette nessun agente lievitante?

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      ciao Anna, mi dispiace! ci possono essere però mille motivi, il primo dei quali è il diametro della teglia. hai seguito la ricetta alla lettera?

  8. Sarah · 05/03/2017 Reply

    Ciao Francesco…la mia torta non si è alzata..che delusione..cosa posso aver sbagliato?

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      Accidenti Sarah che peccato… faccio purtroppo fatica ad aiutarti, non sapendo come hai fatto la ricetta. Io l’ho seguita alla lettera e mi è sempre venuta bene…

  9. Ale · 06/03/2017 Reply

    Ciao Francesco, la mia torta mentre era in forno si era alzata tanto…era bellissima, poi negli ultimi 10 minuti di cottura si è abbassata… :-( consigli? grazie mille

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      Ciao Ale, posso solo fare delle ipotesi, non avendo visto come l’hai preparata… albumi poco montati? forno ventilato?

  10. Paola · 07/03/2017 Reply

    Ciao,
    Torta riuscita, uscita dal forno alta, poi si è abbassata. Come mai?
    Grazie

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      domanda da un milione di dollari, però mi vorrebbe la palla di vetro per vedere i passaggi che hai fatto! :)

  11. Michela · 08/03/2017 Reply

    Ciao! Sembra buonissima… Ma a quanti gradi si deve cuocere? Non mi sembra di averlo letto… Grazie

    • pandispagna · 09/03/2017 Reply

      Ciao Micky! A me è piaciuta un sacco, l’ho preparata per ben 3 volte in 2 giorni! La temperatura è scritta nella ricetta, leggi bene… :)

  12. Melania · 10/03/2017 Reply

    Che misura ha la teglia utilizzata?

  13. Meg · 12/03/2017 Reply

    Ciao! Fatta e riuscita :) la mia domanda: é come si conserva?

    • pandispagna · 20/03/2017 Reply

      brava Meg!! :) :) E’ pur sempre una sorella della classica cheesecake, quindi in frigorifero! :)

  14. Sandra · 14/03/2017 Reply

    Ciao io l’ho fatta..procedura troppo lunga…..mi è uscita alta un dito e sotto poco cotta

    • pandispagna · 20/03/2017 Reply

      Sandra, che la procedura sia lunga dipende dai punti di vista… Hai seguito poi la ricetta alla lettera?

  15. Francesco · 02/05/2017 Reply

    Ciao!! Francesco, vorrei fare delle mini cheesecake e avevo pensato di adoperare una teglia da cupcake! Ovviamente riducendo i tempi di cottura e sistemando sempre la teglia a bagno durante la cottura. Ah, in più fodererei lo stampo non con i classici pirottini ma con la carta da forno a mó di rivestimento per i muffin!
    Pensi si possa fare?
    Grazie!

Leave a reply