Pane all’Uvetta e Cannella

Pane all’Uvetta e Cannella

Un pane che si prepara nella casseruola di ghisa e senza impastare!

Usare una casseruola in ghisa, che praticamente diventa un fornetto dentro il forno tradizionale, garantisce una crosta croccante e un interno sofficissimo. Io uso quella di LeCreuset perchè vado matto per la palette colori e per il fatto che anche quando non si usano, arredano la cucina!

Pane all'Uvetta e Cannella

Dosi per un filone di pane:

  • 500 gr di farina 00 (oppure 250 gr di farina 00 e 250 gr di farina integrale)
  • 1/2 cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino e 1/2 di sale fino
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • 50 gr di noci, tritate a pezzetti
  • 50 gr di uvetta
  • 275 ml di acqua a temperatura ambiente

La notte prima di cucinare il pane, combiniamo in una ciotola la farina, il lievito, il sale e la cannella, mescolando bene. Aggiungiamo le noci e l’uvetta, quindi versiamo l’acqua nella ciotola. Mescoliamo bene aiutandoci con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un impasto compatto. Ungiamo l’interno di un’altra ciotola con olio d’oliva, quindi, con le mani ancora unte, afferriamo l’impasto e lo trasferiamo nella ciotola unta. Copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare per tutta la notte.

La mattina dopo, il nostro impasto sarà lievitato e pronto per essere lavorato. Con le mani leggermente infarinate, lo afferriamo dalla ciotola:

Pane all'Uvetta e Cannella

Quindi lo trasferiamo in un’altra ciotola, questa volta leggermente infarinata, e lo lasciamo riposare per un’oretta circa:

Pane all'Uvetta e Cannella

Nel frattempo preriscaldiamo il forno a 250 gradi con la casseruola e il coperchio all’interno. Dopo un’ora, trasferiamo l’impasto all’interno della casseruola (facendo molta attenzione a non scottarci!) e riportiamo il tutto nel forno, cuocendo per 30 minuti.

A cottura ultimata estraiamo la pirofila dal forno e rimuoviamo il coperchio:

Pane all'Uvetta e Cannella

Facendo sempre molta attenzione, trasferiamo il pane dalla pirofila alla gratella, attendendo almeno un’oretta prima di tagliarlo.

Trascorso quell’interminabile (!) tempo, tagliamolo liberamente a fette e godiamocelo tutto:

Pane all'Uvetta e Cannella

Vi assicuro che è buonissimo! ^__^

5 Comments

  1. Simo · 19/03/2017 Reply

    Questo mi intriga….lo voglio proprio provare!
    Buona domenica

    • pandispagna · 20/03/2017 Reply

      grazie Simo, poi fammi sapere come ti viene (e soprattutto in quanto tempo lo finite!) :)

  2. Stef · 20/03/2017 Reply

    Come già detto: sei un diavolo tentatore!!!!
    Non avendo la casseruola di ghisa, posso usarne una in ceramica?
    Grazie mille!

    • pandispagna · 20/03/2017 Reply

      Puoi provare, Ste, ma non garantisco sulla riuscita, non avendoci mai provato… Con la ghisa viene spettacolare! :)

  3. MARIA LUISA · 21/03/2017 Reply

    Ciao Francesco,
    è possibile cucinarlo in un tegame di terracotta?

    ho le pentole in ghisa ma non i coperchi adatti al forno

Leave a reply